Coltivi del cozze  Nella coltura del  cozze della Galizia la salute è completamente garantita, nella propria manipolazione non si farà uso medicine, o prodotti farmacologici o chimici. Ciò che è coltivatori galiziani si limita a mettere il cozze nelle funi del piatto del modo più efficace perché quest'ultimo ottenga la migliore alimentazione del mare, il fitoplancton.    La coltura del cozze della Galizia è effettuata in piatto, che è un vivaio fluttuante costituito da un quadro di legno  de eucalyptus in modo più o meno rettangolare sul quale si attaccano le funi di stampo e che sono mantenute sospeso da un sistema di galleggianti.    Le funi utilizzate per la cultura misurano generalmente da 12 a 18 m, ed hanno intercalato ogni 40 cm dei piccoli bastoncini di legno o di materia plastica la cui missione è di distribuire il peso dello cozze lungo tutta la fune, che impedisce e quest'ultimo senda.      Il settore del cozze, con 3.337 piatti, prodotto circa 11.500 posti di lavoro diretto (di cui 8.500 sono fissi) e dei 7.000 indiretti e volumi di fatturazione annuale che oscilla tra 90 e 110 milioni d'EURO, costituendo un settore strategico nello sviluppo economico, presente e futuro, dalla Comunità galiziana.  ©  PAQUITO  S. L. Cozze                                Calamaro